ringraziamenti Alto Fragile Urgente

 

#Periferico è un fuoco
che si costruisce con pazienza
e cura nel corso di un anno,
per poi bruciare in poche ore.

 

E’ il momento dei ringraziamenti, perciò questo testo è lungo per forza!
Federica Rocchi, Meike Clarelli, Gabri Dalla Barba e Sara Garagnani vogliono ringraziare tutti i collaboratori che mettono la loro professionalità e passione nel festival, rendendolo possibile.

Alto Fragile Urgente lo è stato grazie a:

Frida De Vreese, che con la sua cura e dedizione è il cuore operativo del progetto;
Silvia Tagliazucchi che ci ha consentito quest’anno di andare molto più in profondità nel lavoro con il territorio;
i tecnici (parola quanto mai riduttiva!)
Davide BombanellaFabrizio Orlandi e quest’anno anche Gianluca Bolla;
Silvia Mergiotti e Michele Pascarella per il prezioso lavoro di comunicazione e per la loro presenza;
Mario Carlini, Maura Costantini ed Elia Andreotti per la documentazione.

Il festival non sarebbe possibile se non ci fossero alcune persone che volontariamente vi si dedicano con grande generosità, e vogliamo nominarle tutte:
Patrizia Canali, ormai veterana della pulizia di spazi dismessi, che ci cura e coccola in modo impeccabile
Angelo Canali mastro falegname di OvestLab e non solo Rossana Canali per l’ospitalità e la presenza costante
Duilio Rocchi per i mezzi di trasporto
Cuan Sommacal e Diego Fiori per il grandissimo lavoro che hanno fatto e per i loro importanti studi sul nostro progetto e sul quartiere
Matteo Diici per le traduzioni e per la sua casa che ha ospitato artisti e operatori
Silvia Sitton che ci ha messo a disposizione un fantastico mini appartamento per i nostri ospiti
Paolo Credi che ha brillantemente risolto questioni complesse
Erica Greco sperando che i tuoi studi proseguano
Giulia Fiorillo, Maria Grazia Argenteri per il lavoro di mappatura e dialogo con il pubblico
Alessandra Bertoli immancabile supporter multifunzione
Alessandra Zironi e Francesca Stefani affidabilissime per accoglienza e biglietteria
Susanna Cavazzoni Marchi, Alberto Vezzelli, Dino Zanasi per l’aiuto e la presenza!

Un grazie ai partner e ai proprietari che ci hanno messo a disposizione i loro spazi, le loro case, i loro cortili, dimostrandoci che la nostra visione di un nuovo Villaggio Artigiano è possibile e concretamente vicina:
Riccardo Cavallini, Silvio Lolli, Angelo Fantoni e sua moglie Anna, Marco Sternieri e Paola, Bianco Creative Studio Design, Miriam e Massimo del Circolo Piazza, Learco Menabue e Vespa Club Modena, Tric e Trac Modena, Luogo – spazio eventi con cucina, Fonderia Ponzoni.

Grazie per il loro apporto a: ERT – Emilia Romagna Teatro Fondazione e Un bel dì saremo, Trame 2.0 e Antonio Canovi, Archivio Architetto Cesare Leonardi, Teatro Dei Venti, Drama Teatro e Gianluigi Capucci per la messa in comune di materiali e risorse, al Keller per il punto ristoro.

Grazie naturalmente agli enti che supportano Periferico e OvestLab: Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Cultura Emilia-Romagna, Comune di Modena, Quartiere 4 Modena, Consorzio Attività Produttive, Funder35

Infine, last but not least, tutti gli artisti e gli studiosi che hanno abitato il Villaggio con le loro visioni:
isabella bordoni, Ljud e Streetwalker, Muta Imago, OHT, Filippo Tappi, Compagnia Claudia Catarzi, Compagnia Abbondanza Bertoni, Radharani Pernarcic, Ilaria Graziano & Francesco Forni, Enrico Gabrielli, Leonardo Delogu, Federico Lombardo, Cesere Leonardi, Silvia Pasello, Fabio Fiandrini, Claudio Calvaresi

#OvestLab ora è aperto!

Annunci